Capodanno Capodanno al SudStampa questa pagina

Abbinati all'offerta "Capodanno al Sud"

I prezzi si intendono per persona con sistemazione e trattamento così come indicati nel dettaglio dell'offerta.

Per un Capodanno speciale a Napoli, città dai mille volti, amalgama di culture diverse, dove ancora evidenti sono i segni di normanni e svevi, angioini e aragonesi, borbone e bonapartisti, dai castelli ai decumani al Museo Archeologico Nazionale e alle Chiese, fino ai Campi Flegrei, tra suggestivi percorsi archeologici, e alle celeberrime Pompei ed Ercolano, passando per gli Scavi di Oplonti.

Da qui, si arriva facilmente alla penisola sorrentina, che non offre solo paesaggi mozzafiato, ma anche i resti di residenze estive imperiali. E ancora, le isole di Capri, con ville di poeti e di imperatori, e di Ischia, con il Museo Archeologico di Pithecusae.

Napoli è ancora la città che conserva autentiche tradizioni gastronomiche. A partire dalla pizza, cotta rigorosamente nel forno a legna, cibo simbolo del capoluogo partenopeo tanto da meritarsi il marchio Stg (Specialità tradizionale garantita). Da provare, poi, i piatti della cucina popolare, come la minestra maritata, con verdure e carne, o il timballo di maccheroni e il sartù di riso. Tutto da gustare con un bicchiere di Lacryma Cristi del Vesuvio o di Falanghina. 

Due Parchi Nazionali – quello del Vesuvio e quello del Cilento – nove Parchi Regionali ed una serie preziosa di oasi e di aree marine protette, di parchi archeologici e di riserve naturali, che ricoprono il 30% del territorio campano.

Percorsi che dalla città di Napoli si snodano verso i magnifici Campi Flegrei e si spingono oltre, verso il Volturno, in direzione Nord, e verso la costiera sorrentina e amalfitana, verso Sud. Nella provincia partenopea, vale la pena partire dal Vesuvio, l'unico vulcano al mondo protetto da un Parco Nazionale, dove nove percorsi escursionistici sono organizzati secondo diverse tipologie e per tutte le esigenze. 

In alternativa, si può scoprire il fascino di una città sommersa e delle strutture di una villa antica nell'Area Marina Protetta del Parco della Gaiola. A pochi chilometri un'altra Area Protetta, quella di Baia sommersa, costituisce il Parco Archeologico sott'acqua più vasto al mondo. Andando verso Sud, Area Marina Protetta è anche la zona di Punta Campanella.

Facebook